lunedì 31 dicembre 2012

Buon 2013!

In bocca al lupo per questo 2013 e che sia un anno sereno, a renderlo felice tocca a noi, dopotutto questo, come sempre, sarà il nostro anno.

sabato 29 dicembre 2012

Un anno di... (1)

Ecco una raccolta di video che riassumono il 2012 sotto tanti punti di vista:


Dal Corriere.it Un anno di musica


Sempre dal Corriere.it Un anno dei video più cliccati sul web

lunedì 24 dicembre 2012

Buon Natale

In genere evito, soprattutto a Natale, facili sentimentalismi. Mi sono però imbattutto in questa canzone, scritta e suonata da Zach Sobiech, un giovane di 17 anni del Minnesota, che a quanto pare stà perdendo la sua battaglia contro un maledetto osteosarcoma.
Decide così di impegnare i suoi ultimi mesi di esistenza nella pubblicazione di "Clouds", la canzone con la quale vuole salutare la sua vita e lasciare una traccia di se.
Il pezzo è scaricabile da I-Tunes e tutto il ricavato andrà alla Children's Cancer Research Fund.
Per chi volesse saperne di più bastano pochi click su Google.
Personalmento credo che Zach, con questo suo gesto e attraverso le sue parole, abbia fatto al mondo un regalo immenso.
Buon Natale.

Well I fell down, down, down
Into this dark and lonely hole
There was no one there to care about me anymore
And I needed a way to climb and grab a hold of the edge
You were sitting there holding a rope

And we'll go up, up, up
But I'll fly a little higher
We'll go up in the clouds because the view is a little nicer
Up here my dear
It won't be long now, it won't be long now

When I get back on land
Well I'll never get my chance
Be ready to live and it'll be ripped right out of my hands
Maybe someday we'll take a little ride
We'll go up, up, up and everything will be just fine

And we'll go up, up, up
But I'll fly a little higher
We'll go up in the clouds because the view is a little nicer
Up here my dear

It won't be long now, it won't be long now
If only I had a little bit more time
If only I had a little bit more time with you

We could go up, up, up
And take that little ride
And sit there holding hands
And everything would be just right
And maybe someday I'll see you again
We'll float up in the clouds and we'll never see the end

And we'll go up, up, up
But I'll fly a little higher
We'll go up in the clouds because the view is a little nicer
Up here my dear
It won't be long now, it won't be long now

venerdì 21 dicembre 2012

Fine del Mondo

Ho letto, e condivido, che questa storia della fine del mondo ha, nella sua inutilità, raggiunto un'obiettivo altrettanto azzardato nelle previsioni. Tutto il mondo ne stà parlando, tutti ci hanno fatto almeno una battuata e ancora oggi si sprecheranno migliaia di parole sull'evento.
Alla fine una piccola riflessione me la sono fatta anch'io, non tanto nella domanda "e se finisse davvero?", che proprio non riesco a prendere in cosiderazione, quanto piuttosto, nel significato di Fine del mondo.
E' stato piuttosto interessante, infatti, imbattersi nei tanti concetti di Fine del mondo, osservando quanti riferimenti (spessi sarcastici) venissero condotti alla fantomatica profezia Maya.
A seconda del punto di vista questo presagio trovava allusioni in ogni tipo di tragedia naturale, civile, umanitaria, sportiva, politica ecc...
A livello personale invece, il tutto si riduce necessariamente al rapporto con la propra vita, con una corrispondenza diretta tra fine del pianeta e fine della propria esistenza.
Tra i quintali di ca**ate realizzate sul niente, è capitato quindi di leggere alcune meravigliose considerazioni  sugli argomenti più disparati, permettendo riflessioni anche piuttosto ardite sulle pagine più nere degli ultimi mesi, concedendo una critica distaccata che esulasse una volta tanto dal solito e retorico perbenismo.
In fondo in tutto si può cercare un lato positivo, anche nella Fine di un mondo che non finisce, lasciandosi alle spalle una manciata di pensieri più o meno validi, tra cui ci butto anche il mio:

E comunque dovesse andare, speriamo che ci sia sempre della bella musica!

giovedì 20 dicembre 2012

La fiera dei Puciu su UCEPE TV

Durante la Fiera dei Puciu dello scorso 2 dicembre, baciata dal bel tempo e da una grandissima presenza di persone e bancarelle, l'obiettivo di UCEPE TV ha realizzato un bel servizio tra la gente.
Eccolo:


sito di riferimento: WWW.UCEPETV.TV

lunedì 17 dicembre 2012

Babbo Baby

Per gli ascoltatori di Radio Dj è praticamente una tradizione, a volte ti sorprende, a volte delude, ma prima o poi ti ci affezioni. Ecco la nuova canzone natalizia (con video) di Radio DJ!

venerdì 14 dicembre 2012

L'inverno dei Dinosauri

Chiamatela ingerenza, preoccupazione o attentato alla sovranità Italiana, oggi ne sentiremo di tutti i colori, ma quello che è successo a Bruxelles ieri ha davvero dell'incredibile. Innanzitutto il Partito Popolare Europeo ha pubblicamenente snobbato Berlusconi in favore di Monti, preferendo di fatto un estraneo al partito (ancora da corteggiare) ad un membro dello stesso (con buona pace del PDL ).
Altrettanto pesante è stata la reazione, trasversale ed unanime in tutta Europa, alla scelta di Berlusconi di tornare in campo. Questo è comprensibile, il Cavaliere ha scelto una strada euroscettica (per usare un eufemismo), e in un Unione zavorrata da Grecia e Spagna, sempre più intolleranti alle austerità, l'aggiunta dell'Italia al coro, sarebbe una condanna alla sobria linea tedesca.
La cosa davvero incredibile è stata però la sponsorizzazione gratuita che Monti ha ricevuto dai suoi colleghi, al limite della lusinga, con dichiarazioni tutt'altro che velate, sulla speranza ad una sua eventuale candidatura.
Come dicevo tutto questo può preoccupare se la si considera un'ingerenza o può rassicurare, se la si considera un atto di fiducia all'Italia rattoppata (e tassata) dal governo tecnico.
La mia visione, per quel che serve, è che tutto stia procedendo esattamente come stabilito.
Da un'anno a questa parte mi pare chiaro che il parlamento se la stia godendo a spese dell'esecutivo, evitando di prendere qualsiasi decisione.
In un momento di crisi, si sa,  il posto più facile da ricoprire è quello dell'opposizione, si può criticare ogni decisione e votare senza prendersene la paternità. Lo sanno bene i nostri beniamini, che in un anno si sono ben guardati da minacciare un probabile futuro governo Monti.
Hanno, in primis, evitato una qualsiasi legge elettorale che potesse garantire una governabilità o un cambiamento politico radicale.
Poi hanno cercato di reinventare la loro proposta politica facendo di tutto per dimostrarsi incapaci di un rinnovamento credibile.
A sinistra si è spianata la strada alla candidatura del giovane Bersani, temando pubblicamente, la vittoria del vecchio Renzi che sicuramente avrebbe portato al PD una bella fette di elettori di destra (delusi e smarriti), oltre a quelli di una sinistra non certo soddisfatta delle vecchie guardie.
Dall'altra invece si è puntato tutto sull'innovativo Alfano, per anni ombra di Berlusconi, a tal punto da aver perso ogni tipo di identità, trascinando (non per colpa sua) il PDL a quota 15%.
Ho i miei dubbi che non ci fossero alternative, specie guardando al grande fermento popolare, ma ciò nonostante ci si ritrova dopo un anno a sperare che Monti venga eletto, mettendo al sicuro partiti che altrimenti le avrebbe prese di santa ragione.
L'unico a non gradire troppo è Berlusconi, che questa volta rischia grosso. I processi stanno arrivando al dunque e senza appoggi governativi, simpatie di palazzo o legittimi impedimenti vede il cappio che si stringe.. inoltre non è un bel periodo per le aziende, in particolare le sue, da sempre sotto attacchi speculativi e non certo prive di nemici. Dunque ecco spigata la discesa sfasciagoverno dell'ultima settimana. (sempre secondo il mio inutile parere).
Alla fine, dunque e nuovamente, siamo qui ad accettare il meno peggio, ad attendere che un uomo serio (questo glielo si riconosce), prenda democraticamente il comando del Paese, magari ricordandosi che la politica dovrebbe cercare la soluzione più giusta e non solo la più idonea (fa una bella differenza!).
Nel frattempo, i nostri Dinosaudi politicanti, al riparo dall'estinzione, si preparano per un bel letargo stipendiato che li porti fuori da una crisi che hanno contribuito a creare.


lunedì 10 dicembre 2012

Stupire

Si chima Dynamo ed è uno dei più famosi prestigiatori del mondo, tanto che Discovery Channel gli ha dedicato uno spazio settimanale nella propria programmazione, in un momento dove la magia, il mentalismo e la manipolazione stanno tornando prepotentemente di moda! Eccolo in azione per la strada, il palco ideale per le sue prodezze.

venerdì 7 dicembre 2012

Italia Loves Emilia


E' uscito il 27 novembre il CD/DVD del grande concerto avvenuto il 22 settembre a Campovolo in favore dell'Emilia colpita dal terremoto.
La promozione del disco è stata affidata ad un singolo: A muso duro, di Pierangelo Bertoli (pubblicato nel 1979), reinterpretata per l'occasione da tredici tra i più grandi cantanti Italiani.
La canzone, molto bella, è contemporaneamente un tributo al grande Bertoli, cantante e autore Emiliano, padre di alcuni dei più bei testi della musica nostrana, tra cui questo indelebile manifesto alla propria identità, brano che lo ha spesso identificato. 
Ecco il comunicato che accompagna il clip ufficiale:

Il 22 settembre al Campovolo c'era l'Italia tutta, centinaia, migliaia di battiti che attraverso la musica sono diventati un solo grande battito, un battito di solidarietà, pieno di speranza, emozioni e voglia di ricominciare e ricostruire.

Per celebrare questo incredibile spirito di solidarietà è stato scelto il brano "A Muso Duro", scritto da Pierangelo Bertoli, e qui reinterpretato in STUDIO da 13 GRANDI ARTISTI DELLA MUSICA ITALIANA: Biagio Antonacci, Claudio Baglioni, Elisa, Tiziano Ferro, Giorgia, Lorenzo Jovanotti, Ligabue, Litfiba, Fiorella Mannoia, Negramaro, Nomadi, Renato Zero e Zucchero, i 13 PROTAGONISTI DI ITALIA LOVES EMILIA.
http://www.italialovesemilia.it

Il VIDEO si apre con una selezione di immagini delle conseguenze del sisma del 20 e 29 maggio che ha colpito 87 comuni distribuiti in 6 Province dell'Emilia Romagna, Lombardia e Veneto.
A seguire LE PRIME IMMAGINI UFFICIALI DEL CONCERTO: dalla fase di allestimento a quella delle prove, dall'arrivo dei 150.000 all'esibizione dei 13 big sullo straordinario palco di ITALIA LOVES EMILIA.

"A Muso Duro" su iTUNES http://i.digita.li/A-Muso-Duro-iTunes

A partire dal 27 NOVEMBRE sarà IN VENDITA nei negozi e negli store digitali "Italia Loves Emilia - Il Concerto" LA REGISTRAZIONE INTEGRALE dell'evento in 4 CD + 2 DVD.

L'intera raccolta fondi sarà destinata alla ricostruzione delle scuole di 10 comuni colpiti dal sisma. http://www.italialovesemilia.it/obiettivo-trasparenza

giovedì 6 dicembre 2012

I Lilu che cambiano voce

Hanno appena festeggiato vent'anni di carriera, collezionando successi e riconoscimenti, con un pubblico affezionato a tal punto di sentirsi parte di una grande famiglia.
Non stupiscono così, le tantissime manifestazioni di stima ed affetto nei confronti di PIPPO (Filippo Bessone), la storica voce dei Trelilu, che annuncia, per motivi legati al suo lavoro, l'abbandono del quartetto.
Pochi giorni fa sul sito è comparso questo comunicato:
Carissimi tutti, ormai appartiene già alla Storia.
Il 29 Novembre 2012 è stata ufficializzata la notizia:
Pippo abbandona il campo.
Ma questa avventura chiamata Trelilu continua.
A presto, grazie del vostro sostegno!


 

Nel frattempo è stato annunciato l'ingresso nei Lilu di Roberto Beccaria "Nel ruolo di voce principale, e blagor ingleis picabale pistin" a cui toccherà il duro compito di raccogliere l'eredità artistica di Pippo e realizzare nuove e divertenti pagine di questa realtà!
In bocca al lupo!