venerdì 19 giugno 2009

Fatti non foste a viver come bruti...

Ieri mio fratello (il solo, unico ed inimitabile Ciaky - n.d.r.) mi ha mandato, su quello strumento del demonio chiamato faccialibro, un articolo, che comunemente chiameremmo tutti una catena di S.Antonio, una delle tante che invadono ogni giorno le caselle di posta e che puntualmente (io per lo meno) si cestinano senza nemmeno leggerle.
Questa però ha attirato la mia attenzione facendomi sorridere e infine decidere di condividerla, in quanto credo sia un buono spunto di riflessione per chi come me ama la letteratura e spesso rivive o crea nei libri che legge un pezzo di storia personale.

Lo si veda come una sorta di analisi della propria persona attraverso pezzi di letteratura o semplicemente come una simpatica rivisitazione di titoli a noi conosciuti (purché letti, questa è la regola!) in chiave ironica, in un modo o nell’altro ho preso la palla al balzo per raccontare a voi, purtroppo così lontani, un po’ di me in prosa, con la speranza di poter leggere di più anche su di voi e magari stimolarvi ed essere stimolata a nuove letture.

Per cui buona analisi...e LEGGETE GENTE, LEGGETE!

Rispondete usando i titoli di libri che avete letto..

1. Sei maschio o femmina?

La donna mancina (Peter Handke)

2. Descriviti:
Caterina a modo suo (Sveva Casati Modignani)

3. Cosa provano le persone quando stanno con te?
Ballando nudi nel campo della mente (Kary Mullis)

4. Descrivi la tua relazione precedente:
La felicità domestica (Lev Tolstoj)

5. Descrivi la tua relazione corrente:
Ma non è una cosa seria (Luigi Pirandello)

6. Dove vorresti trovarti?
La mia Africa (Karen Blixen)

7. Come ti senti nei riguardi dell'amore?
Alta Fedeltà (Nick Hornby)

8. Com'è la tua vita?
I viaggi di Gulliver (Jonathan Swift)

9. Che cosa chiederesti se avessi a disposizione un solo desiderio?
Il cielo, la terra e quel che sta nel mezzo (Marlo Morgan)

10. Di' qualcosa di saggio...
Il grande Boh! (Lorenzo Jovanotti)

11. Una musica:
Il Pianista (Wladyslaw Szpilman)

12. Chi o cosa temi?
La macchia umana (“The human stain” – Philip Roth)

13.Un rimpianto:
Paesi tuoi (Cesare Pavese)

14. Un consiglio per chi è più giovane:
La Lentezza (Milan Kundera)

15 Da evitare accuratamente:
La montagna incantata (Thomas Mann)

3 commenti:

Fabio T. ha detto...

A parte la constatazione di dovere, del fatto che non solo hai iniziato a scrivere sul blog, ma stai apportando anche un certo livello culturale, cosa che mi spinge a sperare in qualche post di Nea per pareggiare i conti!!
Per me questo dei libri è un problema!! Non ricordo i Titoli!! azz.. ma ci proverò, prima o poi, magari davanti alla pila di libri che giacciono in giro per casa!!

ElisaF ha detto...

ELISA 2- NEA 0!!!
EVVAI!
Sì, te l'ho detto, l'ho presa come una missione personale, stupirti con effetti speciali ed aiutarti a distanza come meglio posso in questa tua prossima paternità...dunque sappi che lo faccio per te!
e poi perchè ho scoperto che mi diverte!
presto arriva il diario d'africa come suggeritomi...

ciaki ha detto...

ok, però ora basta eh! sta diventando un blog serio!!! dovrò fare un post dei miei...